Alessia: mamma green della settimana

mamma-ecologica

Vi presento Alessia (ma secondo me la conoscete già…): due figli e innumerevoli blog, tra cui il più noto: School of Scrap.

 Alessia è la mamma green di questa settimana!

Ogni martedì una mamma ci racconta le sue green.itudini, i suoi “eco-peccati”, ci svela la sua ricetta sana da fare al volo e propone una sua personale eco-dritta. Uno spazio vostro, per condividere esperienze, abitudini e dritte mammesche. Chi vuole partecipare?

Ciao Alessia, quali sono le green.itudini della tua vita quotidiana?

  • essenzialmente il riciclo di tutto quel materiale che, volenti o nolenti, ci ritroviamo a buttare via. Io riciclo davvero qualsiasi cosa e tanti di questi materiali così poveri sono molto più versatili di quelli blasonati, li adoro!

  • in seconda battuta la diminuzione di detersivi aggressivi e inquinanti a favore di quelli autoprodotti con ricette personali che invento e sperimento sul campo

Quali sono invece le green.itudini che proprio non riesci proprio a mettere in atto?

  • l’eliminazione della carne dalla dieta e l’acquisto esclusivo o quasi di prodotti biologici. Ci devo ancora lavorare un po’ su questi due aspetti!

La tua ricetta sana da fare al volo?

  • E qui non posso che dire il pesto alla genovese poi declinato in mille modi: sulla pasta, spalmato sulle focaccine, nelle insalate estive, nel minestrone, ecc. ecc.

Un prodotto per la prima infanzia davvero utile per una mamma?

  • prodotti indispensabili non ne conosco, io ne ho usati pochissimi perché, quasi tutti quelli che sembrano indispensabili (la pubblicità ce li propina così) non lo sono!
  • se proprio devo dirne uno scelgo l’olio extravergine d’oliva usato da solo per nutrire la pelle di mamma e neonato oppure come ingrediente per l’autoproduzione, come nella Pasta di Hoffmann che non ha eguali per il cambio del pannolino dei piccoli e per tanti problemucci dei grandi.

E…uno totalmente inutile?

  • La culla, bellissima ma inutile! Io sono innamorata delle cullette, sono dei veri oggetti di design ma non l’ho comprata quando i miei bambini erano piccini proprio perché sapevo che sarebbe stata inutile, avevo ragione!

La tua personale eco-dritta?

  • accanto a riciclo ed autoproduzione io consiglio il rapporto con gli animali: imparare a conoscere gli animali davvero è un arricchimento speciale per grandi e picciniNon basta guardarli alla televisione o da lontano, bisogna viverli per capire cosa vuol dire far parte di un ecosistema, della natura e di una vera famiglia. Questo è il primo passo per diventare “green”.

Grazie Alessia!

Riguardo a Raffaella-mamma (quasi) green

Raffaella Caso è la creatrice di BabyGreen, dove racconta il suo percorso da single ad alto impatto a mamma (quasi) green. Alla ricerca di una vita più semplice, sana e slow, vive a Milano, nonostante tutto.

Ti potrebbero interessare:

Mamma green della settimana: Cristina
Adriana: mamma green della settimana
Il kit (minimal) per il cambio del pannolino
Quello che amo (diario personale)
Coliche del neonato: come affrontarle
Iscriviti alla Newsletter settimanale

powered by MailChimp!
Ricevi ogni giorno i nuovi post via email
Indirizzo email


powered by FeedBurner!

Commenti

  1. Ciao!!!
    Grande Alessia per tutto e soprattutto animali!!!!
    Titti

Lascia un commento

*