Montessori: come organizzare la cucina

I bambini amano cucinare e rendersi utili. Apprezzano i momenti condivisi con noi per realizzare insieme i biscotti, un dolce, gli gnocchi e molto altro. Ma amano anche fare da soli.

Per cucinare insieme possiamo organizzarci con un robusto sgabello in modo che il bambino possa arrivare all’altezza del piano di lavoro. Oppure scegliere una learning tower (per cucinare serenamente e in sicurezza vi consiglio questi 5 punti chiave per una cucina più sicura).

Se vogliamo dare al bambino anche la possibilità di cucinare da solo (con il nostro aiuto quando richiesto) possiamo organizzare un piccolo spazio a sua misura.

Non occorre acquistare una di quelle cucine-giocattolo dove il bambino fa finta di giocare, annoiandosi ben presto (giustamente!). Ha bisogno di una cucina “vera“, con accessori veria sua misura e con una base adeguata dove lavorare bene e in sicurezza.

La cucina Montessori di Eltern vom Mars

È sufficiente un tavolino ben organizzato. Sul blog Eltern Von Mars trovate un esempio perfetto. Il tavolino ha una base inferiore su cui riporre gli strumenti di lavoro. Se andate sul sito troverete tante altre ispirazioni.

Possiamo anche organizzare un cassetto per i suoi utensili da cucina, da introdurre poco alla volta, in modo che possa imparare con calma come utilizzarli, senza sentirsi sopraffatto da decine di accessori nuovi. Per scegliere gli accessori potete leggere il post Vita pratica Montessori: accessori di cucina per bambini.

A seconda del momento della giornata possiamo mettere a disposizione del cibo, in modo che il bambino possa prepararsi uno snack con i suoi accessori. Nel post 20 snack da preparare da soli trovate molte idee in base all’età. Frutta, crackers, miele, uova sode o formaggio sono basi perfette per uno snack.

 

Cassetti per accessori cucina di Eltern Von Mars

 

Piccola dispensa di Montessori Ici

 

La cucina attrezzata di How We Montessori

Su BabyGreen potete trovare tanti approfondimenti e suggerimenti su questi argomenti. Vi consiglio in particolare:

Nella foto di apertura:

Buon lavoro!

Riguardo a Raffaella-mamma (quasi) green

Raffaella Caso è la creatrice di BabyGreen, dove racconta il suo percorso da single ad alto impatto a mamma (quasi) green. Alla ricerca di una vita più semplice, sana e slow, vive a Milano, nonostante tutto.

Ti potrebbero interessare:

10 utili guide per la spesa della mamma (quasi) green
8 bellissime idee per giocare e arredare con il gesso
Come trovare il partner giusto ed eco-friendly
Dermatite atopica: cosa fare?
Olio di palma: le cose da sapere
Iscriviti alla Newsletter settimanale

powered by MailChimp!
Ricevi ogni giorno i nuovi post via email
Indirizzo email


powered by FeedBurner!

Lascia un commento

*