Guida all’Albero di Natale ecologico

Abbiamo già cominciato a parlare dell’Albero di Natale nei giorni scorsi, ragionando sulla scelta tra vero o artificiale e sull’albero di Natale “in affitto” di Ikea. Ma non ci sono solo gli alberi di Natale tradizionali, esistono infatti valide alternative, molto più creative,  sicuramente più green, e infine adatte anche ai bambini. Eccone alcune:

Albero di Natale in cartone riciclato (nella foto): online se ne trovano diversi, a noi è piaciuto questo, realizzato con un cartone 100% riciclato, da decorare e addobbare, adattissimo a lavorare con i bambini. Certificato FSC e può essere riutilizzato per diversi anni e poi smaltito nei normali contenitori per il riciclaggio della carta. Viene venduto steso e smontato (si risparmia sulla spedizione) e può essere ricompattato alla fine delle festività natalizie.

Albero di Natale in carta riciclata: l’idea è di un utente Flickr

Albero di Natale di muschio “da tavolo”: realizzato in materiali naturali, adatto a chi non ha molto spazio; il corpo dell’albero è in fili di muschio grezzo rosso, arricchito da tanti piccoli frutti essiccati naturalmente, appoggiato su una base di muschio grezzo. Dettagli qui.

Albero realizzato con i rami secchi: da copiare questa bella ed elegante idea trovata su Flickr; oppure online si trova anche un tutorial in italiano “Come realizzare un albero di Natale con i rami secchi”

Albero di Natale di legno (dura per sempre): bellissimi quelli prodotti e venduti negli Usa da Possibili Tree . Purtroppo il sito non prevede il servizio di vendita online; però online si trova anche un tutorial in italiano “Costruire un Albero di Natale in legno”.

Per gli addobbi è preferibile evitare spray, neve artificiale e materiali sintetici. Meglio orientarsi su decori naturali e home-made: pigne, noci, bacche, rametti, piccole mele, mandarini, foglie, paglia e naturalmente biscotti fatti in casa, magari con i bimbi.

 

foto: http://collectionreno.renodemedici.it/eu/it/catalog/alberi-di-natale/

Riguardo a Raffaella-mamma (quasi) green

Raffaella Caso è la creatrice di BabyGreen, dove racconta il suo percorso da single ad alto impatto a mamma (quasi) green. Alla ricerca di una vita più semplice, sana e slow, vive a Milano, nonostante tutto.

Ti potrebbero interessare:

Come avere spugne sempre nuove (a costo zero)
Come riutilizzare la carta colorata
Cosa cercare nelle etichette alimentari (per non farsi prendere per il naso)
Fiori di carta per bambini
Scrub per il viso fai da te
Iscriviti alla Newsletter settimanale

powered by MailChimp!
Ricevi ogni giorno i nuovi post via email
Indirizzo email


powered by FeedBurner!

Lascia un commento

*