Nuove (e buone) notizie sulla questione biberon con bisfenolo. BabyGreen se n’è occupato recentemente con la Guida ai biberon senza bisfenolo, e ora arriva la notizia che l’Europa mette al bando i biberon realizzati con bisfenolo A, sostanza considerata nociva per l’organismo umano e lo sviluppo cerebrale dei bambini. La decisione è stata presa ieri dai rappresentanti dei 27 paesi Ue che, a maggioranza qualificata, dopo un lungo negoziato, hanno vietato
l’uso della sostanza a partire dalla prossima primavera. ‘Gli esperti Ue riuniti nel Comitato per la catena alimentare e la salute animale, sono arrivati a un accordo su una proposta di direttiva della Commissione europea che proibisce il bisfenolo A nei biberon’, ha reso noto ieri in serata lo stesso esecutivo Ue. La produzione di biberon con bisfenolo A sarà vietata a partire dal primo marzo 2011, mentre la loro commercializzazione e importazione a partire dal 1 giugno 2011.
In Italia già diverse aziende hanno cominciato a produrre biberon senza Bisfenolo A. Generalmente i biberon senza bisfenolo riportano sulla confezione la scritta “BPA free” (oppure BPA 0%). L’elenco completo dei biberon BPA 0% (aggiornato al 16/11/2010) è scaricabile qui!
‘E’ una buona notizia per i consumatori e per i genitori europei’, ha commentato il commissario Ue alla salute John Dalli. L’accordo al tavolo dei 27, ricorda Bruxelles, è stato raggiunto dopo mesi e mesi di discussioni che hanno coinvolto i servizi della Commissione, l’Efsa, i rappresentanti degli Stati membri e quelli dell’industria. .
Sospettato di essere dannoso per la salute fin dagli anni Trenta, il bisfenolo accusato di alterare il corretto sviluppo cerebrale dei bambini, ma anche di causare malattie dello sviluppo sessuale e sterilità nei maschi, anche in Europa era già finito da tempo sul banco degli imputati. Danimarca prima e Francia poi avevano fatto da apripista, vietando l’uso della contestata molecola sul loro territorio. Ma a dire no al bisfenolo nei biberon e nei prodotti di plastica per l’alimentazione ci avevano già pensato anche altri paesi nel resto del mondo, dal Canada all’Australia fino a diversi Stati Usa.
Nell’Ue, prima della decisione di oggi, l’Efsa, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare, aveva ritenuto di non portare nessuna revisione del limite di assunzione del bisfenolo A (BpA) di 0,05 milligrammi per chilogrammo di peso corporeo. Di avviso contrario, invece, le associazioni dei consumatori che avevano sollecitato l’Ue di unirsi alle decisioni già prese in Danimarca e in Francia dove il parlamento si è espresso all’unanimità.
L’elenco completo dei biberon BPA 0% (aggiornato al 16/11/2010) è scaricabile qui!
fonti: ADUC e BabyGreen.it, foto: Babble

Send this to a friend