5 trucchi per smettere di stirare

Premessa: per le camicie non c’è scampo. Bisogna stirarle! Per tutti gli altri capi ho cominciato a studiare, un po’ online e un po’ con piccole indagini tra le amiche.

Alla fine, ecco la mia raccolta di consigli e trucchi per “trattare” i vestiti e i tessili di casa senza stirarli, risparmiando (tanto) tempo e parecchia energia (fisica ed elettrica):
  • convertirsi ai capi che non devono essere stirati. Particolarmente utile scegliere lenzuola e sotto lenzuola in jersey; in generale privilegiare i capi elasticizzati.
  • lavaggio: scegliere programmi brevi, non oltre 800 giri. Per eliminare l’effetto “grattugia” negli asciugamani usare aceto come ammorbidente nel lavaggio (poi arrotolarli e rollarli per un attimo come se fossero un mattarello)
  • stendere: stendere appena il lavaggio è terminato; sbattere molto bene i capi di abbigliamento prima di stenderli. Appendere camicie e t-shirt (se lo spazio lo permette).
  • stirare “con le mani”: piegare accuratamente tutti i capi, passando bene le mani sui tessuti. Il risultato è molto soddisfacente!
  • piegare biancheria intima, calze, asciugamani, salviette da cucina: non hanno bisogno di nient’altro!

    Suggerite altri trucchi!

About Raffaella-mamma (quasi) green

Raffaella Caso è la creatrice di BabyGreen, dove racconta il suo percorso da single ad alto impatto a mamma (quasi) green. Alla ricerca di una vita più semplice, sana e slow, vive a Milano, nonostante tutto.

Ti potrebbero interessare:

Ecco la top ten dei prodotti super-efficienti
Albero di Natale: vero o artificiale?
Come decorare la cameretta a costo zero
Come creare un porta candela a costo zero
Guida all’attività fisica in gravidanza
Iscriviti alla Newsletter settimanale

powered by MailChimp!
Ricevi ogni giorno i nuovi post via email
Indirizzo email


powered by FeedBurner!

Comments

  1. Anonymous says:

    Ciao, anche io utilizzo l'aceto e il bicarbonato come ammorbidenti e mi trovo molto bene. Anche io non amo stirare e utilizzo le stesse tecniche che hai indicato, mi trovo molto bene ad appendere sugli omini magliette e camicie così già prenodono una forma migliore e hanno meno pieghe nel caso debba poi stirarle.
    Quando stendi per benino anche le lenzuola, spesso non devi stirare nemmeno quelle!! ;)

  2. Anonymous says:

    se appendi bene le camicie sulle stampelle per farle asciugare, allacciando polisini, bottoni ecc. lo stiraggio si può limitare moltissimo, te lo assicuro. e comunque esistono sempre quelle no-iron!

  3. mamma (quasi) green says:

    infatti ci stiamo lentamente convertendo alle camicie no iron, solo che NON si trovano poi così facilmente!

  4. Yericet says:

    Ciao a tutte, bellissimo tema io stiro tantissimo siamo una bella famigliola di 4 persone quindi, avrei una domanda ma l'aceto che usate per ammorbidire i vostri capi deve essere di mela o uva? e poi non deve essere balsamico immagino:) grazie!

  5. mamma (quasi) green says:

    io uso quello biologico di mele!

  6. Yericet says:

    Grazie della tua risposta…ma lascia alcun proffumo? come fai perche la roba ti proffumi?

  7. mamma (quasi) green says:

    no, non resta nessun odore di aceto. Leggi anche qui: http://www.babygreen.it/2011/04/aceto-ammorbidente-provare-per-credere.html – ciao!

  8. scricciolo says:

    I pantaloni li stendo "sottosopra", praticamente li piego come per riporli sull'ometto ma poi invece che piegarli li pinzo al filo dello stendi biancheria. Il peso della parte alta dei jeans li stira che è una meraviglia!!!
    E poi ovvio che appena asciutti, quasiasi indumento, lo tiro via… sennò si seccan tutte le pieghe possibili e immaginabili.
    Le lenzuola le stendo come fossero già belle e pronte da metter via.
    E potrei raccontarne altre… IO ODIO STIRARE! :D

  9. mamma (quasi) green says:

    @SCRICCIOLO: a chi lo dici….raccontami le altre!!

  10. scricciolo says:

    Ma ho imparato quest'anno, grazie a quest'articolo: http://www.scribd.com/doc/29792951/Stiro

  11. tessitrice di sogni says:

    Ciao… trovo assurdo stirare…. per la noia, la fatica, il consumo, per la violenza che la stiratura fa ai capi( che prediligo di stoffe naturali)…. infatti negli ultimi dieci anni…da quando cioè non vivo più con mia madre (fervente patita del capo stirato!) ..avrò stirato forse cinque volte, eccetto naturalmente certi capi per certe occasioni.
    La tecnica dello stendere subito e in modo adeguato ogni capo è sicuramente buona…ma trovo ancora migliore quella di piegare e stirare con le mani (accuratamente) su di una coperta o un asciugamano addoppiato i capi bagnati. stirarli semplicemente sul tavolo perde almeno metà della sua efficacia!
    Li lascio quindi impilati per un pò(anche qualche ora) ed infine li stendo al rovescio, senza tirarli sul filo …ma lasciandoli morbidi..altrimenti si deformano e rigano.
    quando sono asciutti li piego e stiro con le mani sempre sulla coperta.

    stirare? no grazie!

  12. mamma (quasi) green says:

    @tessitrice di sogni: grazie grazie grazie per i tuoi consigli. Proverà anche la tua strategia dei capi bagnati!

  13. •♥ Ally ♥• says:

    grazie Raffaella :) i tuoi consigli sono sempre preziosissimi :))))

  14. cerco di stendere nel modo migliore e dopo averli ritirati li piego e li stiro con le mani…le camice le stendo sulla gruccia.. e si stirano al momento del bisogno ….se c'è bisogno: così almeno evito le ore passate a stirare…con notevole risparmio di elettricità e di rottura di scatole!!!

  15. Raffaella - mamma (quasi) green says:

    @noemi: si, è fantastico sapere che si stanno evitando tante ore di noiosissimo stiro!

  16. Anonymous says:

    Ciao sono Sara, 25 anni, 2 part-time, una casa, un marito, 2 figlie e una in arrivo tra poco più di un mese… ex maniaca dell'ordine, delle pulizie superprofumate e dello stiraggio completo (calzini pure!!)… convertita da più di un anno al nuovo metodo, che poi è il tuo.. io stendo molto molto bene in estate e utilizzo l'asciugatrice se serve in inverno se serve! i capi sintetici sono pochi in casa mia, ma il cotone bio e il cotone, lana in genere si stirano pochissimo. L'intimo è sufficiente piegarlo, le lenzuola bisogna prima piegarle e poi stenderle, le maglie/magliette maglioni 0/5 anni non occorre stirare (con il ferro ma è sufficiente la mano hai ragione tu), asciugamani e accappatoi basta piegarli e usare se possibile almeno un goccio di ammorbidente(io lo uso sempre ma meno di un terzo delle dosi consigliate, anche per la salute della pelle!), i jeans messi a stendere bene si stirano meglio se sono ancora un pò umidi (e nella metà del tempo!) poi basta tenerli appesi ancora un giorno e si possono mettere nell'armadio. purtroppo per le camicie e i pantaloni eleganti, le tovaglie o maglie da adulti non in pile non ho trovato soluzioni ma in generale mettere a stendere bene fa risparmiare moltissimo tempo. si stira meglio, più velocemente, a temperature più basse e in meno tempo!

  17. Raffaella - mamma (quasi) green says:

    @Sara: che bell'impegno con una famiglia così numerosa! grazie per i suggerimenti. IO l'ammorbidente non lo uso più da anni, l'ho sostituito con l'aceto (prova! funziona benissimo!)

  18. Annaira says:

    A parte camice e qualche cosa in lino, non stiro, grazie all'insistenza di mio marito, da 6 anni…una liberazione!E nessuno si accorge che indosso abiti non stirati :)

  19. Raffaella - mamma (quasi) green says:

    @annaira: su queste cose gli uomini si fanno molti meno problemi di noi… e spesso hanno ragione!

  20. rossella says:

    Questo già lo faccio, ma con i pantaloni e le maglie non ha molto successo il metodo!!!
    E comunque stiro meno possibile, anche se faccio inorridire le donne all'antica!!!!

  21. Raffaella - mamma (quasi) green says:

    @rossella: lo so, molti inorridiscono…assurdo. Io garantisco che ho tutto in ordine e niente di stropicciato, però non perdo tempo a stirare! ciao!

  22. ahhhh, questo post è un balsamo per il cervello!
    Per me stirare, tra le tante cose da fare durante la giornata, è una perdita di tempo assurda. Confesso che porto le camicie di mio marito a stirare in lavanderia (5 alla settimana purtroppo), per il resto stiro occasionalmente e mi vesto con tessuti che non richiedono particolari cure. Per me stirare tovaglie (a parte per occasioni particolari), lenzuola, asciugamani e strofinacci è fuori discussione.

  23. Raffaella - mamma (quasi) green says:

    @marina: un balsamo per il cervello? fantastica!

  24. Anonymous says:

    Se posso dire la mia…
    Premetto che odio stirare e ben vengano i vostri consigli!!
    Vi vorrei lasciare uno spunto su cui riflettere: vale la pena stirare non per l'aspetto ordinato finale dei capi ma per una questione d'igiene!! Per cui si può benissimo lavare anche a freddo ma è fondamentale dare una passata di ferro alemeno agli indumenti intimi.
    La mia ginecologa mi ha sempre sottolineato questo, specialmente se si hanno delle bimbe e devo dire che questa cosa l'ho provata sulla pelle delle mie figlie che hanno sofferto di problemini intimi, ossiuri e chi più ne ha più ne metta…. Adesso le loro cosine le stiro tutte e va meglio!!!
    Altro che Napisan! Una bella stirata con ferro a vapore uccide tutto!!!

    Gorizia

  25. Raffaella - mamma (quasi) green says:

    @Gorizia: grazie per il tuo commento e l'osservazione. Molto interessante!

  26. stefania says:

    che bello trovare qualcuno che condivide la non esigenza di stirare…anch'io sono oramai 10 anni che evito il problema, devo dire che i capi stirati a mano o passati dall'asciugatrice li trovo adeguati. Ho 3 figli, il marito che lavora fino a tardi e un lavoro a tempo pieno, per fortuna ho l'aiuto dei nonni e le nonne appena possono stirano. Loro vedono il disordine…io non intendo perdere 2-3 ore la settimana per stirare,lamentandomi per il sacrificio e arrabbiandomi con marito e figli perchè non mi aiutano, come certe amiche.

  27. Raffaella - mamma (quasi) green says:

    @Stefania: sono d'accordo con te. Abbiamo poco tempo libero e quindi meglio utilizzarlo per trascorrere ore serene con la nostra famiglia!

  28. Valentina says:

    Ciao a tutte, sto scoprendo ora questo bel sito, e anche io nel mio piccolo “cerco” di vivere in modo green… chissà che questo sito non mi dia ulteriori dritte…
    Io in realtà stiro pochissimo, anche perchè ho l’asciugatrice, voi lo so già inorridirete… Ma credo che essendo di classe A++, e col fatto che la uso solo di sera/notte, già mi aiuti a consumare meno (non so se così inquino meno), ma non stirando proprio più niente, nè pantaloni, o jeans, al massimo le camicie, che mio marito usa poco e comunque ne ha più di qualcuna no-iron, credo di risparmiare nel non uso del ferro da stiro… voi che ne pensate?! NB io amo la mia asciugatrice, che mi fa le cose molto più morbide della “semplice aria”, non posso stendere all’aperto (vivo in condominio) e d’inverno l’asciugatrice mi evita MOLTA muffa, e odore di chiuso…

    • Raffaella-mamma (quasi) green says:

      Ciao Valentina, benvenuta! Io non ho l’asciugatrice, ma immagino che sia molto comoda soprattutto se si hanno problemi di spazio o di clima. Sono convinta che gli elettrodomestici possano diventare nostri alleati se usati in modo responsabile e se garantiamo loro una lunga vita. Circa l’utilizzo notturno, anch’io lo faccio con la lavatrice. Il risparmio economico e di energia è limitato, ma è comunque è una scelta consigliabile perché si contribuisce a non sovraccaricare la rete elettrica durante il giorno e distribuire la domanda di energia nelle 24 ore. Se lo facessero tutti il fabbisogno energetico sarebbe più sostenibile. Almeno questa è la mia opinione! Ciao!

  29. valentina says:

    oltre a tutti i consigli elencati, se una volta piegate le cose (molto bene) si impilano e si lasciano per 1 giorno o 2 su una sedia sembrano ancora più stirate :) io lo facevo perché non avevo voglia /tempo di ritirare subito, ma avevo questo vantaggio!

    al posto dell’aceto secondo me è ancora meglio l’acido citrico come ammorbidente (avendo usato i pannolini lavabili ho imparato che l’ammorbidente che si trova in commercio non va bene perché poi non assorbono più. ma l’acido citrico lascia più morbido dell’aceto).

    infine rispetto al commento di gorizia sull’igiene intima… invece di stirare una spruzzatina di argento colloidale ionico sui capi svolge acor meglio la stessa funzione.

    brava raffaella, il tuo blog è bellissimo!

  30. ciao, interessante blog,dove posso trovare l’argento colloidale ionico . Grazie

  31. marisa says:

    Ciao, ho visto solo ora questo sito e mi piace molto. A me stirare in se’ piace, è sempre piaciuto di piu’ che fare le pulizie in casa ma il tempo a mia disposizione è poco. Non sono piu’ giovanissma e mi viene in mente che appena sposata stiravo calzini, mutande, slip, proprio di tutto, poi con l’arrivo di 2 figli con 2 gravidanze a letto, addio: Ora non stiro quasipiu’ niente. Faccio quello che avetedetto sopra, non uso ammorbidente nè aveto (provero’) cerco di non far seccare la roba: la lavanderia non mi piace, non mi sembra che pulisca bene, preferisco lavare in casa. Il piumone solo prima lo portavo in tintoria poi ho iniziato a metterlo nella vasca che ora non ho piu’ e spingi spingi lo infilo in lavatrice anche se è matrimoniale. Vi vorrei dire come facevo nella vasca: la riempivo a metà col detersivo per lavatrice e lo mettevo a bagno muovendolo ogni tanto, poi toglievo il tappo e via l’acqua sporca, lo alzavo verso la parte obliqua della vasca in modo da far uscira piu’ roba possibile: Poi per 2 volte stessa cosa con acqua pulite. Infine lasciavo scolare li’ e stendevo di notte. Sono stata un po’ lunga ma è la prima volta. Grazie e ciao!

    • Raffaella-mamma (quasi) green says:

      Ciao Marisa, grazie mille per il suggerimento. Anch’io preferisco lavare in casa, purtroppo non ho la vasca da bagno per applicare la tua tecnica! bella idea…grazie!

Speak Your Mind

*