10 cibi comodi da eliminare

autoproduzioni
Qualche tempo fa ho parlato con un’amica dell’università che non vedevo da anni.

Mentre ricordavamo i vecchi tempi, lei mi dice: “Ti ricordi quando studiavamo a casa e preparavamo i 4 salti in padella?”. Io sinceramente avevo rimosso questo particolare e a pensarci adesso mi sembra una cosa incredibile….

Io compravo e mangiavo i “4 salti in padella”? Io che adesso compro biologico, fresco, di stagione e a km zero?

Così ho pensato a tutti quei prodotti che un tempo facevano parte della mia spesa da single e che adesso non comprerei mai: alcuni perché junk, altri perché troppo costosi, altri perché erano solo comodità a scapito di qualità.

Ecco quindi i 10 cibi comodi a cui ho rinunciato, a vantaggio di prezzo, qualità e salute:

  • pane affettato: ma perché mai compravo il pane già affettato in busta? Non è difficile tagliare il pane fresco!

  • parmigiano grattugiato in busta: adesso compro una mega fetta e la grattugio io, costa meno, è più buono e evito l’imballaggio. Unico svantaggio: avere sempre in casa un pezzo di parmigiano è una tentazione fortissima…il pezzettino come aperitivo è (molto) frequente…

  • insalata lavata in busta: uno dei grandi inganni della grande distribuzione

  • carote julienne in sacchetto: sono molto più buone quelle preparate con la grattugia e costano molto meno. Quelle in busta tra l’altro diventano mollicce e acquose in poche ore

  • pan carré industriale: decisamente abolito

  • pane grattugiato in busta o in barattolo: pane secco in casa ne resta sempre, ci vuole un attimo a grattugiarlo nel mixer e conservarlo in un barattolo di vetro…perché comprarlo?

  • spremuta di arancia in cartone: ma perché la compravo? perché? E’ così buona la spremuta fatta in casa! Niente imballaggi, niente barattoli abbandonati in frigo…

  • macedonia fresca in scatola: l’ho comprata qualche volta e ancora non capisco perché la preferivo ad una macedonia fatta in casa oppure ad una semplice mela!

  • affettati in busta di plastica: ok durano di più ma non sono buoni e costano molto di più di quelli affettati dal salumiere (il prosciutto cotto di una nota marca, ad esempio, costa circa 8 euro in più al kg!)

  • minestrone surgelato: quando sono andata a vivere da sola non sapevo nemmeno quali verdure andassero nel minestrone, quindi l’unica soluzione era il sacchetto surgelato…meno male che ho imparato!

Anche voi avete abbandonato qualche comodità in cucina?

Su Raffaella-mamma (quasi) green

Raffaella Caso è la creatrice di BabyGreen, dove racconta il suo percorso da single ad alto impatto a mamma (quasi) green. Alla ricerca di una vita più semplice, sana e slow, vive a Milano, nonostante tutto.

Ti potrebbero interessare:

Come riconoscere il vero sapone di Marsiglia
15 cose da sapere su un ingrediente prezioso…
5 idee per risparmiare sui vestiti dei bambini
3 ricette (magiche) per bambini
Muffin alle carote e mandorle (senza burro e senza glutine)
Iscriviti alla Newsletter settimanale

powered by MailChimp!
Ricevi ogni giorno i nuovi post via email
Indirizzo email


powered by FeedBurner!

Commenti

  1. Ciao, concordo quasi su tutto; da me il formaggio grattugiato in busta è sempre in frigorifero; grattugiare il formaggio è l'unica cosa che "odio" fare in cucina, ci ho provato anche con la grattugia elettrica ma proprio non è per me. E poi ho sempre una busta di affettato per le emergenze. Un abbraccio e buona giornata.
    p.s. Io ti ho appena trovato e mi piacciono molto le tue idee.
    Ri-abbraccio.

  2. Raffaella - mamma (quasi) green dice:

    @Monica: capisco, anche io odio grattugiare il parmigiano. In alcuni negozi alimentari te lo grattugiano loro al momento, ma qui nella mia zona non ne ho trovati….quindi lo faccio io (e adesso anche la bimba ha preso gusto e vuole farlo….con perdita di etti di formaggio!)

  3. Daniela Little Kitchen dice:

    Ciao Raffaella, come sempre concordo quasi su tutto. Solo il pancarré, io compro quello biologico, è comodo e a volte quando proprio non ho tempo, me lo ritrovo pronto in casa per una rapida merendina. L'insalata già lavata l'abbiamo praticamente eliminata e così anche la pasta frolla e l'impasto per pizza e focaccia già steso, perché non ci vuole nulla a farlo. Il succo di arancia già pronto non lo compreremmo mai perché non ha un buon sapore e perché qui a colazione e a merenda si ammazzano per chi deve spremere le arance (i figli si intende)…

  4. Raffaella - mamma (quasi) green dice:

    @Daniela: anche io avevo provate il pancarrè biologico per le emergenze, ma dato che erano emergenze il pane restava lì e faceva la muffa…quindi l'ho eliminato! ciaooo!

  5. Anonymous dice:

    Spremere le arance fresche la mattina x colazione??? X una che come me si alza alle 6:15 ed esce di casa alle 6:55 facendo tutto di corsa è utopia! Sono d'accordo che quella in cartone è orribile, quindi… rinuncio e faccio colazione con un'altra bevanda!
    Ilaria.

  6. Raffaella - mamma (quasi) green dice:

    @Ilaria: anche per me è off limits al mattino..la spremuta di arance è un "bonus" del weekend!

  7. Questa è una lista veramente importante…specialmente per me e mio marito che siamo colpevoli di un bel po'…dovremo lavorare per eliminare di più di questi!!

  8. Raffaella dice:

    Le cose che hai citato tu valgono anche per me, tranne il pancarré, che i bimbi adorano (forse un giorno proverò a farlo in casa). Io ho provato a fare così: soffermarmi in meditazione davanti al bidone della differenziata per capire quali rifiuti potevo eliminare. Così sono passata dalle bottiglie di acqua gassata alla SodaStream, dal latte in bottiglia al latte alla spina, dai vasetti di yogurt da 125 g a quelli da 500-1lt, e in alcuni periodi lo faccio in casa. Evito il più possibile gli affettati preconfezionati, le merendine e le cose confezionate monoporzione. Detto tutto ciò, non mi crocifiggo perché comunque il bidone della spazzatura si riempie alla velocità di un neutrino, il marito non collabora perché non riesco a catechizzarlo e soprattutto: sono una mamma-lavoratrice e il tempo per fare tutto in casa come una volta, proprio manca! :-*

  9. Raffaella - mamma (quasi) green dice:

    @Roanna: secondo me questa lista è solo l'inizio….ci sono persone che ammiro moltissimo che riescono a produrre quasi tutti in casa. Io non ho tempo di fare tutto, faccio il possibile. Però non userei la parola "colpevole" perché l'obiettivo di babygreen non è creare sensi di colpa, ma migliorare, magari insieme!

    @Raffaella: esattamente….non riusciamo a fare tutto, si fa il possibile (e secondo me è già qualcosa rispetto alla media, purtroppo!)

  10. Raffaella, hai ragione…non colpevole, ma magari iniziare ad essere più "consapevole" (mi piace questo gioco che mi dà la lingua italiana!) come dici tu. Io continuo a dire che userò i pannolini lavabili (magari non il primo mese che sarà tutto nuovo). Usare molti altri prodotti naturali è importantissimo…provo a prendere bio o km 0 quando posso…ma poi mi rendo conto infatti di quanto c'è che si può fare per migliorare. Potrei fare pulizia usando solo bicarbonato e aceto, e tantissime altre cose. sono molto contenta di aver trovato il tuo blog…mi dà tante idee nuove.

  11. Raffaella - mamma (quasi) green dice:

    @Roanna: grazie per le tue belle parole! In effetti il primo mese è un po' impegnativo….ma no dai, diciamo i primi 20 giorni….poi tutto va a posto! auguri!

  12. beh, noi il pane lo facciamo in casa con la macchina del pane e le farine bio del GAS… però la busta di minestrone surgelato in freezer ce l'ho sempre… farlo a casa è davvero lungo… potrei provare… proverò… ma tu hai un ricetta di minestrone equilibrato? cioè, non vorrei fare "schifezze" ;-)
    e dopo che l'ho fatto, secondo te, posso surgelarlo? oppure così viene meno il lato "green"?
    frank

  13. Raffaella - mamma (quasi) green dice:

    @frank: io onestamente la ricetta del minestrone la cambio tutte le volte…dipende da quello che ho in casa. A volte la faccio solo di verdure, altre volte aggiungo legumi e/o patate. Spesso aggiungo il pesto per farlo "alla genovese"! In genere non lo surgelo, ma mi sembra una buona soluzione!

  14. StelleGemelle dice:

    Quanto hai ragione!!!!ma come si fa?!?!?
    lavoro tutto il giorno e la sera mica posso mettermi a fare pane lavare insalata e tutto il resto!!!
    con le due gemelle poi!!!
    si dai ci proverò…comincerò da qualche parte ma…la vedo dura…il proposito è buono ma ….

  15. Raffaella - mamma (quasi) green dice:

    @StelleGemelle: capisco perfettamente il problema! Il tempo non basta mai…Io non faccio il pane in casa (a volte si, ma nelle occasioni speciali!), però preferisco comprarlo fresco dal panettiere ma non quello industriale in sacchetto! Comunque secondo me con due gemelle è normale dover fare qualche compromesso in più!

  16. Il bimby è veramente utilissimo, in pochi secondi o minuti, prepara tutto (o quasi)

    Anch'io cerco di preparare tutto in casa, anche se non sempre il tempo è sufficiente, ci provo!

    Compro le verdure fresche, le affetto o le preparo a cubetti, e le surgelo, così le ho sempre pronte per le "emergenze", surgelo di tutto, carote,zucchine, tutto ciò che si trova in vendita a prezzi spropositati.

    Quando ho modo, prendo proprio le verdure in cassetta, al mercato, e si risparmia parecchio, anche se posso fare le "preparazioni" solo nel we, durante la settimana è impossibile lavare tutta sta roba! :)

    Anche il formaggio, lo compro a tocchi (costa moooolto meno) e con il bimby lo grattugio in meno di 10 secondi!

    Lo stesso per il pangrattato o per gli impasti. La farina costa pochi centesimi e un attimo di bimby, l'impasto per pizza o qualsiasi altra cosa, è pronto.
    Certo ci si rimette di tempo ed energia (anche quella elettrica) ma secondo me è sempre meno del costo finale dei prodotti già imbustati.

    Sono single e tra poco (un mesetto) mamma-single, ovviamente non accendo mai il forno per cucinarmi una porzioncina di pollo.
    Compro le confezioni famiglia, che costano molto meno, e faccio tutta la teglia di pollo arrosto, poi lo porziono e lo surgelo porzionato. Così, durante la settimana, ne esco una porzione la mattina, e la sera trovo la cena già pronta :)

    Utilizzo i grandi elettrodomestici (lavatrice, forno, ecc…) solo ed esclusivamente la sera o nel we (preferibilmente la domenica). So però che, arrivando la bimba, dovrò lavare quasi ogni sera, o forse due/tre volte la settimana, soprattutto i pannolini, in quanto le ho già comprato i lavabili.

    Cercherò di mantenere questi ritmi, sia per l'ambiente, sia per la tasca!

    Un abbraccio a tutte le mamme green :)

  17. Raffaella - mamma (quasi) green dice:

    @Katy: grazie per i tantissimi spunti! Anche io uso molto il Bimby, ma il parmigiano lo grattugia malissimo (almeno il mio!)

  18. Mammachetesta dice:

    IO cedo solo al pane affettato. Perchè quando faccio i toast se non è QUEL pane (e di tutti i tipi e marchi ce ne è solo uno ammissibile) i due coinquilini non li mangiano.
    Per il resto: le so tutteeeeeeeeeeee!

  19. Raffaella - mamma (quasi) green dice:

    @McT: beh dai bene! Io il pane affettato non riesco più a mangiarlo. Mi sono abituata al sapore fantastico del pane casalingo e devo dire che è un'altra vita!

  20. Su molte cose che dici sono d’accordo e ho eliminato anche io tanto junk food e tanti alimenti superflui; ma sul “ci vuole un attimo” che accompagna altri articoli che hai citato ho qualche perplessità. Anche io (sebbene senza esagerazioni) sono un’adepta delle buone abitudini alimentari. Ma… ci vuole un attimo a grattugiare il pane, un attimo a lavare e ad affettare l’insalata e un attimo a grattugiare il parmigiano. Sommati gli attimi, la pausa pranzo è finita, e tocca tornare a lavorare! Purtroppo i tuoi consigli sono utili laddove si trascorra una buona fetta del proprio tempo a casa e si sia disposti a rinunciare ad impiegare il proprio tempo in altre attività. Altrimenti, alcuni (non tutti) alimenti da te citati, per la mia personalissima esperienza, mi consentono di mangiare a casa (e non nei fetentissimi bar!) e di farlo con mio marito e non da soli, in quella risicatissima oretta che abbiamo a nostra disposizione.

    • Raffaella-mamma (quasi) green dice:

      Ciao Eliana! Se leggi bene l’articolo, “ci vuole un attimo” è riferito a tre cose::

      1) tagliare il pane fresco: non mi pare una cosa molto lunga…
      2) fare una spremuta: forse meno di 1 minuto?
      3) il pane: può essere grattugiato con un mixer una volta alla settimana in pochissimi minuti e conservato in un barattolo di vetro. Il costo è irrisorio rispetto a quello comprato, e in questo modo recuperi il pane secco.

      L’insalata, sono d’accordo con te, è una cosa noiosissima da tagliare, lavare, asciugare…e infatti non mi pare proprio di aver scritto che ci vuole un attimo, anzi: http://www.babygreen.it/2011/10/3-motivi-per-non-mangiare-linsalata-in-busta-green-itudine-del-19-ottobre-2011/

      Io purtroppo trascorro pochissimo tempo in cucina. Anche se lavoro da casa, nelle ore di lavoro sono sempre al pc e la mia pausa pranzo quasi non esiste! Però evitando di comprare tante cose ho guadagnato un sacco di tempo: per me non esiste più la mega spesa al supermercato!!

      Ciao!

  21. Ciao! Ho scoperto solo oggi questo blog, non sono mamma ma adoro organizzarmi e soprattutto cercare di vivere e mangiare più consapevolmente. Ad esempio un trucchetto che uso per il pane secco e il parmigiano già grattugiato è conservarli in freezer in barattoli di vetro. Anche quando faccio il pane aromatizzato con aglio e erbe per gratinare, ne faccio un po’ di più e lo tengo lì. Non vanno a male e sono sempre pronti all’uso! :)

  22. Ciao – concordo su tutto solo che io uso le buste di minestrone surgelato- cioe sono solo le verdure fatte a tocchetti senza altri preparati, poi le cuocio io come voglio. Tu prepari la verdura fresca a dadini e poi la surgeli per il minestrone? Stavo pensando di fare cosi ma non ci ho mai provato. Noi facciamo il minestrone o una zuppa di verdura o legumi almeno una volta alla settimana se non due, anche perche comoda la possiamo fare in anticipo e finire la sera e piace a tutti. Idee per farla fresca ma piu facile are very welcome! Grazie – emilia

    • Raffaella-mamma (quasi) green dice:

      io lo faccio spesso, mi prendo qualche minuto al mattino presto: lavo, taglio e metto in pentola. Tempo di fare colazione e prepararci ed è pronto. Alla sera lo riscaldo. Spesso aggiungo pesto e pasta corta (minestrone alla genovese).

  23. Io aggiungo che non mi fido nemmeno tanto di come vengono preparate e trattate le cose pronte, cioè ad esempio l’insalata in busta sarà ben pulita? E vogliamo parlare dei conservanti e del sapore di alcol che ha il pane in cassetta?
    L’unica cosa che mi concedo e che anzi per me è un immancabile è il minestrone pronto, da sbattere in pentola a pressione o nel babymeal, perchè è l’unico modo di far mangiare verdure ai miei figli e non ho tempo di comprare e preparare le verdure io stessa. Quando saranno entrambi grandicelli e collaborativi (se non riesco a convincere il marito a fare il terzo) intendo preparare se non proprio tutto sempre fresco almeno i sacchettini in congelatore fatti da me, partendo da verdure fresche di stagione.

  24. Martina dice:

    Aaaaargh! Io uso quasi tutto quello che c’è nella lista! Ho abolito solo l’insalata e l’affettato in busta.. Il minestrone fatto in casa lo farò un paio di volte all’anno, non di più.. Che vergogna! E poi sono dipendente dal pane in cassetta.. Cercherò di migliorare!

    • Raffaella-mamma (quasi) green dice:

      Ciao Martina, niente vergogna! Sono tutti spunti per evitare di acquistare cibi inutili. Ognuno fa quello che può, l’importante è provare e trovare le proprie piccole soluzioni! Ciao!

  25. Condivido tutto, sono d’accordo. Devo perfezionarmi sul pangrattato in busta e qualche succo/spremuta che non riesco a far smettere di comprare a mio marito. Per resto ho già eliminato tutto da tempo :) Il panecarrè fatto in casa è tutto un altro pianeta.

    • Raffaella-mamma (quasi) green dice:

      Vero, il pancarrè fatto in casa è una meraviglia e non ha quel terribile odore di alcol! ciao!

  26. Sono troppo d’accordo … io questa cosa la ripeto sempre, sono tutti cibi banditi dalla mia casa (tranne rarissime volte il pan carrè perché mio marito adora i toast … 3 volte all’anno).
    Poi dico sempre: la gente si lamenta perché nn ha i soldi per arrivare a fine mese e nn si rende conto di quanti soldi butta via comprando queste cose????

  27. Rosanna dice:

    a proposito di pancarrè fatto in casa… hai una buona ricetta da passare?
    grazie!!

Lascia il tuo commento

*