Aggiornato di recente4Svegliarsi con il profumo di marmellata di albicocche, fare colazione con latte appena munto, miele e marmellata appena prodotti, succo di mele fatto in casa, albicocche appena raccolte….scendere sul prato e salutare le mucche, il pony Sammy, le galline: è questo uno dei ricordi più intensi della nostra estate.

La prima tappa delle nostre vacanze, in stile Heidi, è stato il meraviglioso Alto Adige. Abbiamo dormito in un maso: qualità altissima,  ottima accoglienza, giochi e attrezzature per bambini, tanta tanta natura, prodotti genuini e del territorio….e prezzi bassi. Il nostro maso era “per famiglie” e ve lo consiglio vivamente per tutte le stagioni (attenzione: bisogna prenotare con molti mesi di anticipo perché ha solo quattro appartamenti). E’ gestito da una giovane coppia con quattro figli (ma come fanno a fare tutto?). Ogni giorno producono latte, marmellata, formaggio, succhi e conserve…e molto altro.

L’Alto Adige è attrezzatissimo per bambini: ci sono decine di itinerari pensati appositamente per loro (all’ingresso indicano anche se il sentiero è adatto ai passeggini!) con fantastici percorsi didattici. Le piste ciclabili sono vere piste ciclabili, con aree di sosta pulite e attrezzate. Ogni paese, anche il più piccolo, ha almeno un parco giochi, bello, pulito e ben attrezzato.  I bar e i ristoranti (di ogni livello) hanno sempre un menù per bambini (siamo stati in una pizzeria a Prato allo Stelvio dove il menù prevede una pizza baby a forma di gatto, apprezzatissima da BabyBoom!).

Sintesi: dobbiamo cominciare a prenotare per il prossimo anno, se interessa anche a voi qui trovate tutti i masi dell’AltoAdige (e qui quelli specializzati in famiglie)! (foto: Hof am Schloss)