Mamma green della settimana: Palmy

mamma

Continuano le interviste alle mamme green! Oggi conosciamo Palmy, mamma e insegnante ecobio!

Palmy è la nostra “mamma green della settimana”: ogni settimana una mamma ci racconta le sue green.itudini, i suoi “eco-peccati” e propone una sua personale eco-dritta.

Uno spazio ideale per condividere le nostre esperienze e abitudini.

Volete partecipare anche voi? Cliccate qui!

 

Palmy, quali sono le green.itudini della tua vita quotidiana?

  • Da qualche anno oltre il blog principale, in cui condivido le mie esperienze di insegnante e mamma (homeschooling part-time), ho anche un altro blog (http://www.cosmesinaturale.blogspot.com) in cui racconto delle mie avventure nel mondo ecobio
  • tutto è cominciato dall’eliminazione dell’ammorbidente: mia figlia ha sviluppato fin da piccola un’allergia cutanea e quindi questo prodotto da subito è stato sostituito con l’aceto bianco
  • da qui sono entrata in contatto con il mondo dell’ecobio che mi ha dato consapevolezza su quante sostanze entrano in contatto quotidianamente con il nostro corpo: ho abbracciato la pratica della cosmesi naturale e dei detersivi ecologici
  • sono stata da allora molto più attenta a non sprecare la carta , l’acqua  (che non compriamo in bottiglia ma prendiamo dal rubinetto con il depuratore), le risorse!

Quali sono invece le green.itudini che proprio non riesci proprio a seguire?

  • Continuo a mangiare carne… Credo che anche le coltivazioni industrializzate provochino spreco di risorse e che eliminare il consumo della carne non risolverebbe il problema, ma potrebbe essere anche una mia scarsa informazione quindi sospendo il giudizio.

Usi prodotti biologici (alimentari, cosmetici, detergenti casa, abbigliamento) per te e/o per il resto della famiglia?

  • Uso detersivi ecologici, cosmetici ecobio (non del tutto identificabili con quelli venduti in erboristeria, attenzione): occorre controllare il retro della confezione piuttosto che le dichiarazioni sul davanti. Un prodotto può riportare la dicitura "naturale" o "erboristico" e contenere siliconi o petrolati. Può addirittura essere un must della toeletta del neonato ed essere integralmente un derivato dal petrolio (mi riferisco al noto olio). Anche i profumi sono aggregati chimici non esistenti in natura: avete mai sentito l’odore di pulito in un fiore?

Puoi suggerire ai lettori di BabyGreen la tua personale eco-dritta?

  • Imparare a leggere gli INCI, le liste degli ingredienti
  • cambiare la routine quotidiana di pulizia e di trucco (passando al mineral, per esempio)
  • essere disponibili a riciclare, utilizzare fino in fondo senza sprechi e a comprare meno!

Grazie Palmy!

Riguardo a Raffaella-mamma (quasi) green

Raffaella Caso è la creatrice di BabyGreen, dove racconta il suo percorso da single ad alto impatto a mamma (quasi) green. Alla ricerca di una vita più semplice, sana e slow, vive a Milano, nonostante tutto.

Ti potrebbero interessare:

Mamma green della settimana: Valentina, mamma giovane
Mamma green della settimana: Angela
Decalogo della mamma (quasi) green
Mimì: mamma green della settimana
Silvia: mamma green della settimana
Iscriviti alla Newsletter settimanale

powered by MailChimp!
Ricevi ogni giorno i nuovi post via email
Indirizzo email


powered by FeedBurner!

Commenti

  1. detergenti professionali dice:

    Condivido la pratica della cosmesi naturale.. la pelle trova immensi benefici e anche l'ambiente!!

  2. Palmy dice:

    Grazie di avermi ospitata qui!

  3. Catia dice:

    Ciao Palmy, che bello leggerti anche qui!!!!!
    Grazie dei suggerimenti. Attualmente l'abitudine green che sto mettendo in pratica più di tutte è l'ultima che tu hai suggerito: comprare meno, comprare l'essenziale.
    E adesso che arriva la primavera fare un bel decluttering generale è estremamente terapeutico!
    Un abbraccione!

  4. Parlare con i bambini dice:

    Comincerò a seguire anche questa tua rubrica, interessantissima! grazie

Lascia un commento

*